Siria / mondi perduti, forse

Qualche anno fa mi recai in Syria per ragioni di ricerca e fui particolarmente colpito, oltre che dalla bellezza delle emergenze artistiche, anche e soprattutto dalla generosità della sua gente, dall’umanità, dalla tolleranza religiosa, anzi meglio dalla convivenza interattiva e non formale tra le diverse confessioni.
Ecco la guerra, scoppiata il 15 marzo 2011 sulla scia della Primavera araba e aggravatasi in guerra civile dal 2012.
Per le notizie che costantemente si succedono e che drammaticamente richiamano i luoghi che vissi con l’intensità della ricerca della bellezza nelle pieghe della storia e delle opere costruite nel tempo dagli uomini, mi sconfortarono, pensando a quanto si poteva, si stava perdendo. Quanto di quella cultura, imprescindibile ponte tra passato e presente, tra Oriente e Occidente, era in pericolo ?
Il terrore e il rammarico per l’effimera esistenza della civiltà non può che ritornare con la memoria al Suq di Aleppo, patrimonio dell’Umanità, devastato dagli scontri delle diverse opposizioni, alle Norie di Hamah, città sunnita già teatro di eccidi nel 1982, alle antiche rovine di Palmyra, Ugarit, Bosra, Ebla, Dura Europos, Mari, Apamea, Rasafa, soggette a dover subire abbandoni per chissà quanto tempo.
E Damasco con la sua grandezza di secoli, Aleppo con la sua Cittadella di cui si ha notizie di bombardamenti ?
Questo volume è una raccolta di appunti visivi e testuali in cui si raccontano le diverse immediate memorie nate in diverse atmosfere e contingenze quotidiane, durante l’incontro con un luogo e con un popolo che meritano solamente di essere esaltati, e non vessati dalla crudeltà del potere cieco.
A quando la fine ? A quando l’inizio ?
Sono domande che ciascuno di noi si pone, e il dramma vissuto dall’altro acuisce sempre più tale interrogativo.
Ma la risposta c’è già ! Bisogna avere il coraggio di esprimerla a se stessi.
Cosa ne è della Syria, della sua storia, della sua bellezza e ricchezza culturale ?
Sono le domande che nascono riguardando foto e appunti di un viaggio non tanto lontano nel tempo.
Micro racconti o didascalie ragionate accompagnano il lettore in queste domande, attraverso gli occhi di un viaggiatore attento alla particolarità del quotidiano come alle grandi manifestazioni monumentali ed archeologiche di un paese che è luogo imprescindibile per la cultura dell’umanità.

VUOI ACQUISTARE IL VOLUME (ebook o cartaceo)

clicca sull’immagine

syria-dorian-cara