Portogallo (entroterra atlantici)

A Ovest l’Atlantico, a Est le prime o ultime terre, dipende da come le si guarda.

L’affacciarsi sull’infinito ha da sempre spinto il popolo portoghese a desiderare di raggiungerlo, di toccarlo, navigando verso il mare, guardando verso il cielo pregando e costruendo magnifici monasteri e chiese.

Ogni luogo è intimo, a misura umana, denso di una luce esotica, come i luoghi colonizzati dai vari Vasco de Gama salpati da queste coste aspre. E lì ad attenderli le donne di Nazarè in minigonna per aiutare i propri uomini a portare rapidamente e agevolmente verso la spiaggia le barche, salvandole dalle lunghe e pericolose onde atlantiche.

Alcobaça, Batalha, Braga, Cabo Raso e Cabo Roca, Cascais, Coimbra, Fatima, Guimaraes, Nazarè, Obidos, Tomar un mondo lontano e accogliente, meditativo e silenzioso, tra un filetto di baccalà e l’altro.

VUOI ACQUISTARE IL VOLUME (ebook o cartaceo)

clicca sull’immagine

portogallo-dorian-cara