Georgia / tessiture fra Oriente e Occidente

La Georgia è indubbiamente uno dei luoghi più accoglienti e sorprendenti per questa indagine,  con la sua geografia in equilibrio, e a tratti in bilico, tra Occidente e Oriente, sempre contesa e schiacciata tra i pesanti blocchi culturali, politici ed economici dell’area caucasica.
Questa terra, che non ha mai dimenticato né le proprie origini né la propria solida cultura, conserva una fiera coscienza nazionale ed è ciò che le ha permesso e le permetterà di essere sempre punto di riferimento importante tra Europa ed Asia. Lo stesso alfabeto ne è conferma: gelosa custodia delle proprie antiche tradizioni e della propria storia culturale.
Stupiscono di questa terra caucasica, aspra e al contempo fertile, gli ampi paesaggi, la disponibilità premurosa della gente, le incredibili pitture delle antiche chiese ancora oggi sopravvissute.
Un incontro con la Georgia è esperienza fondamentale per comprendere intimamente origini e legami con il vicino oriente, grazie a quello che è  uno dei ponti tra culture vicine e al contempo distanti.
Nell’affrontare la realtà georgiana è inevitabile imbattersi in dismissioni, abbandoni, ritorni ad umane quotidianità, sopravvivenze, ed il  rifugio nella fede sembra essere, oggi, il vero sostegno e la sostanza di questo popolo che spera.
Il patrimonio artistico e naturalistico della Georgia è assai vasto ed il limite della pagina non permette la degna manifestazione della grande ricchezza dei siti e delle testimonianze. Questo è un assaggio possibile che si trasforma in invito a scoprire una bellezza millenaria.

VUOI ACQUISTARE IL VOLUME (ebook o cartaceo)

clicca sull’immagine

georgia-dorian-cara