Etiopia / Timkat e altri volti

A metà gennaio, la festività del Timkat, che enuclea tre differenti celebrazioni del cristianesimo copto (Battesimo, Epifania, Allenza Dio-Uomo), è momento incredibilmente intenso per poter incontrare e vivere il popolo etiope, indaffarato e concentrato nel tributare tutti gli onori possibili al proprio Credo.
Le aride terre africane, dagli orizzonti aspri e meravigliosi, sono scenario, quinta teatrale, di commoventi e festose processioni fatte con danze e musiche, riunioni di preghiera all’ombra dei grandi sicomori delle piazze principali, meditazioni notturne silenziose al solo fuoco delle candele, a recitazioni di salmi fino all’alba quando avviene il grande momento dell’abluzione comunitaria.
Questi momenti, più vivi e densi di suggestione a Gonda, Axum e Lalibela, grazie ai contesti, orografici, storici e monumentali che le contraddistinguono, sono un evento imprescindibile per la tensione religiosa e per la fede di chiunque; autentica testimonianza dell’uomo che prega e ama Dio.

Ciò che colpisce di questa parte di Africa, non solamente per la concomitanza con la festa del Timkat, ma anche nei diversi altri periodi dell’anno, e meglio ancora nella quotidianità, è la grande vocazione religiosa, l’intensità del momento della preghiera che avvolge corpi, concentra le menti, innalza i cuori, con un trasporto tanto silenzioso quanto profondo, che lascia senza parole, se si pensa al contrasto con le circostanze e le emotività del mondo vorticoso in cui viviamo.
Il tempo qui si è cristallizzato in una tensione verso il proprio spirito, verso Colui che tutto dona e abbraccia.
E intanto i ragazzini giocano felici e spensierati, tra strade sterrate, tukul di campagna, lande polverose, giochi rabberciati con ciò che si trova per strada, sempre con grandi sorrisi, speranza nella vita, curiosità per l’altro, attenzione estrema a ciò che gli si dice.
Incanta del popolo etiope la purezza di cuore, di giovani e anziani, dove gli occhi degli uni attendono di essere riempiti del mondo, e gli occhi degli altri sono colmi di vissuto che desiderano donare e al contempo riempire con la Parola di Dio.
Per raccontare attraverso le immagini tutto questo non basterebbero centinaia di progetti. Ogni vita, ogni giorno di ogni vita è un incantevole racconto, tanto ricco quanto effimero. é il destino della vita di ciascuno di noi. Ma se devo pensare ad un luogo, tra tutti quelli che ho visto e vissuto, dove ho avuto più forte la sensazione che i racconti personali sono più densi e che inducono ad una riflessione più attenta su di noi, questo è certamente l’Etiopia.
Un viaggio in occasione del Timkat è una riscoperta di se stessi, della possibilità che ciascuno di ha di poter fermarsi a riflettere su ciò che ha realmente valore per la propria vita, e quasi sempre non è correre o avere, ma ascoltare e stare in silenzio, ridendo.

VUOI ACQUISTARE IL VOLUME (ebook o cartaceo)

clicca sull’immagine

etiopia-dorian-cara