Cambogia / mondi ritrovati

La semplicità umanità della gente cambogiana, insieme agli antichi templi induisti celati dalla foresta per centinaia di anni, sono una scoperta inaspettata, di bellezza e di purezza, nascosta da tempo, celata dal nostro presente teso all’affannato riempimento di qualsiasi spazio mentale e fisico.
Luogo di estrema povertà e al contempo di dignità grande, dove la lotta alla sopravvivenza quotidiana si tocca con mano, ma dove il sorriso della gente esprime il desiderio di amare, accogliere, offrire quel poco che si dispone con generosa gratuità, inaspettata e spiazzante.
Le immagini sono meglio di molte parole, i racconti di pietre, natura incontaminata, sguardi e azioni, valgono di più di qualsiasi reiterata narrazione. Abbandonare il contesto che ci avvolge e gettarsi in un viaggio di colori e atmosfere è l’obbiettivo di questo progetto fotografico, teso a raccontare una sensazione di spogliamento dalle convenzioni e dalle nostre sovrastrutture. Ritornando poveri e semplici, si può apprezzare la realtà donata.

VUOI ACQUISTARE IL VOLUME (ebook o cartaceo)

clicca sull’immagine

cambogia-dorian-cara